.
Annunci online

  ioJulia
 
Diario
 


Non voglio parlare di me, ma seguire il secolo, il rumore e l’evolversi del tempo
www.flickr.com

*Copyright: Alcune foto presenti su questo blog sono state scattate da me altre reperite in internet. Qualora qualcuno ritenesse violati i suoi diritti d'autore mi può contattare per chiederne la rimozione.


8 aprile 2016

PHENG CHAT




Parco di Chatuchak, Bangkok. E' tardo pomeriggio. Il caldo e l'umidità sono opprimenti. Ciononostante c'è molta gente che fa jogging, che passeggia, che va in barca. Sono le diciotto in punto e l'inno nazionale si diffonde ovunque dagli altoparlanti. Come per magia tutti si fermano, immobili, esattamente dove si trovano. Trascorso un minuto tutto finisce e riprende il moto interrotto. Sembra di essere in un racconto di Lewis Carroll...
In Thailandia l'inno nazionale ( Pheng Chat ) viene trasmesso tutti i giorni alle otto e alle diciotto dalla radio e televisione. Nelle città viene diffuso attraverso gli altoparlanti collocati nelle strade, parchi, stazioni. Quando ascoltano l'inno i thailandesi si fermano per un minuto, qualsiasi cosa stiano facendo e si aspettano che i farang, stranieri, facciano lo stesso. Non alzarsi e non fermarsi è considerato un grave insulto alla monarchia e punibile con sanzioni e con l'arresto.




permalink | inviato da ioJulia il 8/4/2016 alle 2:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

sfoglia     marzo        maggio
 

 rubriche

cittadina del mondo
Varsavia
ioleggo
ioascolto
haiku
iopenso
cose curiose
tempo
io e Dio
ioviaggio
ioguardo
calendario
persone
colori
Copenhagen
Bucarest
Istanbul
Doha
Brussel
Bangkok

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

ioJulialastfm musica

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom