.
Annunci online

  ioJulia
 
Diario
 


Non voglio parlare di me, ma seguire il secolo, il rumore e l’evolversi del tempo
www.flickr.com

*Copyright: Alcune foto presenti su questo blog sono state scattate da me altre reperite in internet. Qualora qualcuno ritenesse violati i suoi diritti d'autore mi può contattare per chiederne la rimozione.


25 aprile 2010

VERDE

 Il verde per molto tempo è stato un colore chimicamente instabile perciò rappresenta il caso, la fortuna e tutto ciò che cambia e si muove. I giocolieri e i buffoni si vestivano di verde e per la sua ambiguità era utilizzato per raffigurare gli spiriti maligni. Poichè rappresenta la buona e la mala sorte è sempre stato collegato al gioco d'azzardo, il famoso tavolo verde e come conseguenza il denaro viene spesso identificato con questo colore. Sul piano fisiologico il verde rappresenta la “tensione elastica”, sul piano psicologico la volontà nell'azione, la perseveranza, la tenacità. La sua percezione sensoriale è l'amarezza mentre il suo contenuto affettivo la fierezza.
L'Islam primitivo è stato il primo ad associare verde e natura: ai tempi di Maometto ogni luogo verdeggiante era simbolo di paradiso. Oggi quasi tutti i paesi islamici hanno una componente di questo colore nella loro bandiera e più globalmente è diventato simbolo di ecologia.
Il verde, secondo Kandinsky, è "il colore più calmo che ci sia: non si muove, non esprime gioia, tristezza, passione, non desidera nulla, non chiede nulla".  Il mio verde nell'arte è The large turf  di Durer e Castello sul lago Atter di Klimt.  E' La pioggia nel pineto di D'Annunzio. Il film Il miglio verde... Ed i miei verdi preferiti sono gli alberi.

 Olmo  (foto by Julia)




permalink | inviato da ioJulia il 25/4/2010 alle 22:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


13 aprile 2010

SUONI E COLORI

C'è una poesia di Rimbaud che assegna un colore diverso ad ogni vocale. Per Angelus Silesius colori e suoni sono in spirito una cosa sola. E così i cinque suoni vocalici possono essere descritti: la A significa verticalità e ampiezza, la O altezza e profondità, la E il vuoto e il sublime, la I la vita e la putrefazione, la U la generazione e la morte. Nella A invochiamo la potenza, nella O la luce, nella E l'intelletto, nella I la carne e nella U la terra materna. Un modo per dischiudere la pienezza del mondo nella misura in cui si rivela all'orecchio attraverso il linguaggio..

 

A nera, E bianca, I rossa, U verde, O blu: vocali,
Io dirò un giorno le vostre nascite latenti:
A, nero corsetto villoso di mosche splendenti
Che ronzano intorno a crudeli fetori,

Golfi d'ombra; E, candori di vapori e tende,
Lance di fieri ghiacciai, bianchi re, brividi d'umbelle;
I, porpora, sangue sputato, risata di belle labbra
Nella collera o nelle ubriachezze penitenti;

U, cicli, vibrazioni divine dei verdi mari,
Pace di pascoli seminati d'animali, pace di rughe
Che l'alchimia imprime nelle ampie fronti studiose;

O, suprema Tromba piena di strani stridori,
Silenzi attraversati da Angeli e Mondi:
- O l'Omega, raggio viola dei suoi Occhi!

( Rimbaud   "Vocali" )




permalink | inviato da ioJulia il 13/4/2010 alle 23:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


1 aprile 2010

APRILE

 

Albrecht Dürer   -  autoritratto   -  1500  -  Alte Pinakothek   -  München

 




permalink | inviato da ioJulia il 1/4/2010 alle 13:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa

sfoglia     marzo        maggio
 

 rubriche

cittadina del mondo
Varsavia
ioleggo
ioascolto
haiku
iopenso
cose curiose
tempo
io e Dio
ioviaggio
ioguardo
calendario
persone
colori
Copenhagen
Bucarest
Istanbul
Doha
Brussel
Bangkok

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

ioJulialastfm musica

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom