.
Annunci online

  ioJulia
 
Diario
 


Non voglio parlare di me, ma seguire il secolo, il rumore e l’evolversi del tempo
www.flickr.com

*Copyright: Alcune foto presenti su questo blog sono state scattate da me altre reperite in internet. Qualora qualcuno ritenesse violati i suoi diritti d'autore mi può contattare per chiederne la rimozione.


21 febbraio 2012

LA VICEVITA

 
Diversi ma uguali nella sostanza sono i tempi morti che viviamo nell'attesa di qualcuno o qualcosa.
Valerio Magrelli nel libro La vicevita.Treni e viaggi in treno prende in considerazione quello che ogni giorno un pendolare passa sul treno. "La nostra vita pullula di queste attività strumentali e vicarie, nel corso delle quali, più che vivere, aspettiamo di vivere… Sono i momenti in cui facciamo da veicolo a noi stessi. È ciò che chiamerei: la vicevita".
Una vita a metà. 
Quello in treno, per chi se ne serve tutti i giorni, nulla conserva  dell'eccitazione del viaggio
è un circuito che si ripete noiosamente sempre uguale costellato di microdisagi.
Ma era e rimane nelle linee usate dai pendolari luogo di incontri. Fuggevoli magari decisivi.
Bellissimo il modo in cui Magrelli fotografa il momento in cui un gruppo sale mentre l'altro scende dalla carrozza: 
"Loro si avviano, noi li sostituiamo, in un mesto commercio di respiri".

 




permalink | inviato da ioJulia il 21/2/2012 alle 19:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


9 febbraio 2012

CAREZZE VERBALI

 Sono moltissime le ricerche che danno ormai l'arte del complimento in caduta libera sul lavoro come nel campo affettivo. Eric Berne lo ha chiamato carezza verbale. Non solo gradevole ma utilissimo perchè reso perfetto da psicanalisti, scrittori, manager del personale risulta ora una strategia anticrisi efficace.
Che cosa motiva le persone.. Ferie, soldi, promozioni.. Niente affatto. Una parola sola: complimenti. Chi viene apprezzato lavora meglio. L'elogio è la leva più vantaggiosa di cui un dirigente dispone per motivare i suoi collaboratori e quindi ottenere prestazioni migliori. Una risorsa perfetta a costo nullo e ad altissimo ritorno.
Nel saggio La comunicazione autentica si scopre che l'ottanta per cento delle insoddisfazioni sul lavoro è dovuto a problemi relazionali; la mancanza di comunicazione è citata come uno dei principali fattori di divorzio; le donne single su dieci approcci ne scartano otto  perchè non si sentono apprezzate.
In psicologia il bisogno di riconoscimento affettivo o sociale è descritto con la parola "fame" dal    sociologo Cheli secondo il quale viviamo in una società high tech - low touch, alta tecnologia e basso contatto umano dove, pare, è davvero difficile sentirsi amati. Un bisogno insopprimibile per tutti a qualunque livello.
 




permalink | inviato da ioJulia il 9/2/2012 alle 18:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


1 febbraio 2012

FEBBRAIO

Giacomo Balla  -  Lampada ad arco  -   1909  -  Museum of Modern Art  -  NY




permalink | inviato da ioJulia il 1/2/2012 alle 10:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

sfoglia     gennaio        marzo
 

 rubriche

cittadina del mondo
Varsavia
ioleggo
ioascolto
haiku
iopenso
cose curiose
tempo
io e Dio
ioviaggio
ioguardo
calendario
persone
colori
Copenhagen
Bucarest
Istanbul
Doha
Brussel
Bangkok

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

ioJulialastfm musica

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom