Blog: http://ioJulia.ilcannocchiale.it

IL GIRO DEL MONDO DA UN DIVANO ALL'ALTRO

"Couchsurfing": letteralmente andare per divani. Ci sono quasi tre milioni di persone che in 246 paesi si sono date al couchsurfing. Girare il mondo soggiornando a casa altrui è una filosofia che porta sempre più iscritti all'associazione www.coachsurfing.org. C'è chi offre un materasso e chi una stanza enorme, c'è chi attraversa il pianeta per davvero e chi ascoltando racconti altrui, perfino chi trova l'amore e cambia vita. 
Malte Jager fotografo berlinese ha seguito una decina di surfer condividendo gioie e dolori del girovagare per case altrui. Il risultato è il libro Couchsurfin' the world, un giro del mondo in 400 immagini, 36mila chilometri e 40 salotti, dal Benin all'India, dal Tajikistan al Brasile. Il suo scatto newyorkese si è classificato secondo al World Press Photo 2011 nella categoria "Daily Life". Non c'è un filo rosso che leghi le esperienze, ogni abitazione è diversa e ogni paese ha i suoi riti di ospitalità. In Burkina Faso Malte ha dormito presso una famiglia umile e religiosa. Una quindicina di persone tra bambini e adulti. Il figlio diciannovenne faceva i salti mortali per pagarsi un'ora di connessione in un internet cafè, eppure per cinque giorni sono stati orgogliosi di avere con loro degli stranieri arrivati da lontano.
Open minded, generoso e tollerante, che vale nei due sensi, questo sta alla base di chi vuole essere un coachsurfer.

Pubblicato il 18/6/2011 alle 8.10 nella rubrica cose curiose.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web